Settore Oil & Gas

Il settore dell’ Oil & Gas a differenza di altri settori in cui l’applicazione del tag è un’operazione a bassa complessità, deve fare i conti con una serie di problematiche “uniche”: frequenti variazioni di temperatura, interazioni con sostante chimiche, agenti atmosferici, superfici irregolari e molto altro.

Tutti questi aspetti rendono ogni progetto in ambito Oil&Gas difficilmente replicabile su larga scala ed è per questo che Eximia ha sviluppato un team in grado di analizzare e studiare a fondo le problematiche inerenti ad ogni singolo progetto per trovare le migliori soluzioni.

Sicurezza e controllo accessi all’interno degli impianti
Una delle problematiche principali è la sicurezza all’interno di impianti di estrazione, raffineria e piattaforme.
La presenza di tag RFID nei badge identificativi e nei caschi, forniscono le informazioni sulla posizione dei lavoratori per proteggerli al meglio negli ambienti pericolosi di impianti petroliferi.
I lettori RFID fissi contribuiscono a garantire la sicurezza dei dipendenti automaticamente, segnalando i movimenti dei vostri lavoratori all’interno delle aree a rischio e, di conseguenza, in caso di emergenza e di evacuazione, è possibile verificare che tutti i dipendenti siano arrivati in una delle zone sicure.
Inoltre, se un dipendente dovesse rimanere in un’area a rischio più tempo del previsto, un allarme può essere attivato automaticamente in modo da consentire una rapida identificazione della posizione dei lavoratori, che potrebbero essere feriti o svenuti all’interno della zona a rischio.

Manutenzione delle condutture
Oggi, il controllo e la manutenzione delle condutture è un processo costoso e di lunga durata che coinvolge team di manutenzione che devono coprire grandi spazi per poter ispezionare fisicamente e, se necessario, riparare le condutture.
Con l’introduzione della tecnologia RFId le compagnie petrolifere possono automatizzare e migliorare la qualità del controllo delle pipelines. Con una rapida scansione del tag RFID, attraverso l’uso di un lettore RFID, gli addetti alla manutenzione sono in grado di determinare quando la parte è stata montata, eventuali difetti noti, la cronologia delle manutenzioni effettuate, le procedure di riparazione poste in essere, la data in cui la parte dovrebbe essere sostituita e molto altro ancora.
L’incidenza di fughe e guasti, che possono verificarsi quando le parti sono riparate o sostituite in modo non corretto, sono sostanzialmente ridotte aiutando a prevenire i tempi di inattività non pianificati, le perdite e la catastrofe ambientale.
La capacità di lettura-scrittura della tecnologia RFID consente l’automazione dell’archiviazione dei documenti relativi alla manutenzione degli asset. Questo permette di avere registri di manutenzione molto accurati e completi, il miglior modo per ottimizzare le prestazioni di ogni asset, grazie alla possibilità di compiere manutenzione quando effettivamente necessario sulla base della cronologia degli interventi fatti.
La cronologia dell’attività è sempre disponibile per le squadre di manutenzione grazie alla rapida lettura del tag RFID e, per di più, le informazioni, non solo vengono memorizzato nel tag, ma possono anche essere inviate automaticamente al gestionale, assicurando la tempestiva pianificazione della manutenzione futura per minimizzare i tempi di fermo delle attrezzature.

Asset tracking per il monitoraggio e l’inventario
Negli ambienti di grandi dimensioni e geograficamente dispersi tipici dell’O&G, l’asset tracking può essere un processo molto laborioso ed estremamente costoso.
L’uso della tecnologia RFID è in grado di automatizzare il monitoraggio di tutto, dal materiale di consumo alle attrezzature di sicurezza per camion e gru, passando per gli strumenti sino alla componentistica d’impianto, dal momento dell’arrivo all’interno della struttura, sino alla fine del ciclo di vita.
Il monitoraggio inizia alla ricezione delle merci attraverso l’uso di portali, cellulari o lettori RFID che consentono l’immediato riconoscimento della merce e l’inserimento nell’inventario digitale.
La taggatura degli asset consente, attraverso una scansione rapida del tag RFID, di verificare che l’asset selezionato è quello corretto per l’operazione che si deve compiere, impedendo un errore potenzialmente molto costoso.

Benefici della tecnologia RFId

  • Aumento della produttività: i dipendenti passano meno tempo a rintracciare attrezzature mancanti, migliorando il tempo di lavoro;
  • Tempi di produzione migliorati: tempi di risposta più rapidi in caso di catastrofi, guasti e interruzioni, con riduzione al minimo dei tempi di inattività;
  • Miglioramento nella manutenzione delle attrezzature: ispezioni rapide e con più informazioni, decisioni su possibili riparazioni in loco;
  • Maggiore utilizzo degli asset: miglioramento della visibilità degli asset con sensibile riduzione delle scorte di sicurezza;
  • Informazioni più efficienti ed efficace a livello economico-normativo: trattamento adeguato di tutti gli asset e il rispetto delle norme che consente di evitare multe;
  • Miglioramento della sicurezza dei lavoratori: la capacità di individuare rapidamente i lavoratori e di rispondere alle situazioni di potenziale pericolo in aree a rischio permette di tutelare al meglio la sicurezza e la salute dei vostri lavoratori.

Comments are closed.